caratteristiche animali carnivori foto oltre 2 ore di video e descrizione

animali foto e descrizioni

animali foto e descrizioni

caratteristiche animali carnivori foto oltre 2 ore di video e descrizione

Delle caratteristiche degli animali carnivori vediamo foto oltre 2 ore di video e descrizione del fatto che in questi animali si trovano sempre dei denti canini molto robusti, sempre con una curvatura verso l’interno della bocca e che terminano in modo molto appuntito, questo per potere afferrare e riuscire a tenere saldamente per poterla uccidere la preda. Un altra caratteristica della dentatura degli animali carnivori è che il quarto premolare nella mandibola superiore e il primo molare nella mandibola inferiore e chiamati denti ferini hanno un formato che li rende particolarmente robusti e affilati, in modo da poter facilmente lacerare la carne e stritolare le ossa. Oltre ai mammiferi carnivori esistono anche pesci, uccelli, rettili, anfibi, e insetti carnivori e possono essere sia grandi che piccoli ma sempre intenzionati a nutrirsi con altre specie di animali. Molti degli animali che non fanno parte dei pesci e che si sono dedicati alla caccia negli ambienti acquatici hanno trasformato i loro arti in pinne natatorie e in queste specie troviamo le famiglie Focidi, Otaridi e Odobenidi. Una grande parte degli animali carnivori sono attivi di notte, fra questi rientrano i maggiori predatori terricoli come la tigre, i leoni, il leopardo, il giaguaro, l’orso e le iene. Molte specie preferiscono se possibile attuare la caccia con l’organizzazione di un gruppo, fra questi sono famosi i lupi , le leonesse, i cani selvatici, e la iene che grazie alla perfetta organizzazione unendosi alzano notevolmente la loro probabilità di catturare una preda. In questi animali carnivori organizzati in gruppi si manifestano particolari e complicati comportamenti sociali, di cui parleremo specie per specie, alcuni animali carnivori come per esempio l’orso nella stagione fredda hanno un comportamento caratteristico e durante la stagione fredda riducono le proprie funzioni vitali rimanendo in uno stato di abulia. E si nutrono delle riserve di grasso che hanno immagazzinato durante gli altri mesi dell’anno, questo comportamento è il letargo. Generalmente gli animali carnivori come caratteristiche hanno un ottimo olfatto, e la vista oltre l’udito ben evoluti. tutti i carnivori sono animali predatori ma alcuni di essi possono avere anche un alimentazione sia di sostanze vegetali che di sostanze animali chiamati onnivori, e l’uomo fa parte di questi. Gli animali carnivori si sono diffusi in tutte le zone del mondo. La loro evoluzione è iniziata alcuni milioni di anni dopo la scomparsa dei dinosauri, precisamente nel Paleocene che è un’epoca del periodo Paleogene che va dai 65 ai 56 milioni di anni fa circa. In quel periodo i mammiferi iniziavano a evolversi in diverse varietà di razze, le specie a cui appartengono i carnivori attuali iniziarono a evolversi e si svilupparono degli animali simili a delle piccole faine e alle donnole, e la classificazione scientifica li raggruppa nelle famiglie dei miacidi e dei viverravidi. Da questi primi piccoli carnivori in un tempo lunghissimo, ma molto breve per l’evoluzione di pochi milioni di anni iniziarono a originarsi razze con caratteristiche alquanto diversificate, alcune delle quali si ritrovano ancora negli animali carnivori viventi nei nostri giorni, ma insieme a queste si sono evolute anche delle specie che si sono estinte, di molti dei motivi di tali estinzioni gli scienziati non ne conoscono ancora il perché, alcune di queste specie erano: gli anficionidi soprannominati i cani orso, i barbourofelidi che svilupparono dei denti canini simili a lunghe zanne. Le famiglie che invece sono riuscite a sopravvivere fino al giorno d’oggi sono i nandiniidi di cui anche se non universalmente riconosciuto fa parte la civetta delle palme africana (nandinia o Nandinia binotata), e i viverridi, che sono una famiglia di carnivori dal corpo snello e agile. A questa famiglia appartengono 31 specie, la maggior parte delle quali sono indicate con i semplici nomi comuni di zibetto e genetta. Queste due famiglie sono state poi inserite con le altre famiglie evolutesi nel tempo dei felidi (Felidae) detto comunemente i felini, gli erpestidi (Herpestidae) di cui fanno parte molte specie di manguste e i suricati, gli eupleridi (Eupleridae) divisi in 2 sottofamiglie gli Euplerinae di cui fanno parte il Fossa, il Falanouc, e la civetta malgascia, che sono carnivori endemici dell’isola del Madagascar, e i Galidiinae di cui fanno parte alcuni tipi di manguste. e hanno formato per la classificazione scientifica il sottordine dei Feliformia, invece al sottordine dei Caniformia sono state attribuite altre specie evolutesi nel tempo come i canidi (Canidae), che comprende 34 specie diverse, suddivise a loro volta in tre gruppi di cui fanno parte fra gli altri, il cane dalle orecchie corte, gli sciacalli, le volpi, il fennec il coyote l’otocione e il lupo, mentre il cane e il dingo sono una sottospecie del lupo grigio sempre appartenente a questa famiglia, gli ursidi (Ursidae) la famiglia degli orsi, i procionidi (Procyonidae), suddivisi in 2 sottofamiglie i Potosinae di cui fanno parte i Bassaricyon animali molto simili ai procioni e il potosino o cercoletto giallo (Potos flavus) un agilissimo predatore di modeste dimensioni che vive dal Messico alle zone del Mato grosso e del Perù in sud America, e i Procyoninae di cui fanno parte i procioni, i nasua, piccoli carnivori che vivono nell’America centrale e del sud, e i bassariscus carnivori di medie proporzioni che vivono negli Usa e nell’America centrale, gli ailuridi (Ailuridae), di cui l’unico rappresentante non estinto è il panda rosso, i mustelidi (Mustelidae) che sono animali carnivori di medio piccole dimensione in genere plantigradi veri e propri cioè mammiferi che appoggiano tutto il metapodio, e sono classificati in 5 sottofamiglie i: Lutrinae di cui fanno parte le lontre, i Melinae di cui fa parte il tasso, i Mellivorinae il cui rappresentante è il tasso del miele, i Taxideinae rappresentati dal tasso americano, e i Mustelinae a cui appartengono oltre a molti altri, i tayra una donnola che vive in America, il ghiottone, le martore, diversi tipi di donnole, la faina. lo zibellino e alcune specie di puzzole, i mefitidi (Mephitidae) di cui fanno parte fra gli altri alcune molfette e alcuni tassi, i (Phocidae) la famiglia delle foche, gli (Odobenidae) di cui fanno parte i trichechi, e le (Otariidae) famiglia delle otarie. Delle famiglie degli altri rappresentanti di carnivori e delle loro caratteristiche parleremo dettagliatamente in futuri post dedicati ai pesci carnivori ai rettili carnivori agli anfibi carnivori ecct… ecct….
caratteristiche animali carnivori foto oltre 2 ore di video e descrizione
caratteristiche animali carnivori foto oltre 2 ore di video e descrizione
caratteristiche animali carnivori foto oltre 2 ore di video e descrizione
caratteristiche animali carnivori foto oltre 2 ore di video e descrizione
caratteristiche animali carnivori foto oltre 2 ore di video e descrizione
caratteristiche animali carnivori foto oltre 2 ore di video e descrizione
video caratteristiche animali carnivori grandi felini lel Masai Mara - YouTube
video caratteristiche animali carnivori leoni e leopardi nel loro habitat naturale - YouTube
video caratteristiche animali carnivori - YouTube
video caratteristiche animali carnivori giaguaro - YouTube
video caratteristiche animali carnivori lupo - YouTube
video caratteristiche animali carnivori coccodrillo - YouTube
video caratteristiche animali carnivori squalo bianco - YouTube
video caratteristiche animali carnivori luccio - YouTube
video caratteristiche animali carnivori piranha - YouTube
video caratteristiche animali carnivori drago di Komodo - YouTube
video caratteristiche animali carnivori mamba nero - YouTube
video caratteristiche animali carnivori anaconda - YouTube

Le pagine tematiche

In risposta ad alcune e-mail pervenute: Le notizie inserite in questo sito sono prese da documentazioni internazionali, tutte pubblicazioni firmate e verificate, per questo motivo a volte non trovate notizie che possono essere di uso comune, ma mai verificate scientificamente. Questo sito non è collegato a nessun allevamento di animali, e non ha nessun interesse a riportare notizie non considerate veritiere, il sito vive solo grazie agli sponsor, Google Adsense e Heyos, inoltre ringraziamo tutti quelli che parlano del sito, o nei propri siti o nei vari forum..